Tag

Nathan Pratt

The Skating Policeman, Dogtown article 5

Un gruppo di ragazzi chiassosi stavano seduti in un vicolo, a lato delle Central Towers, quando arrivò una pattuglia. Due poliziotti scesero dalla volante e, gentilmente, chiesero ai ragazzi che cosa stessero facendo; dal muretto, si alzò una ridicola caricatura… Continue Reading →

Una campagna pubblicitaria alle isole Sandwich. Dogtown article 5, part 4.

Tony Alva stava rilassandosi a bordo piscina a Kuilima sull’isola di Oahu – Hawaii – ; con lui c’era Wentzle Ruml IV , il suo miglior amico e confidente, e stavano discutendo riguardo le ultime imprese di Tony.

Crime & Punishment. Dogtown article 5, part 3.

The revolution may be televised. Dogtown article 5, part 1.

Lo stato dell’arte. Inverno 1976. Dogtown article 4, part 3.

La scena dei contest è generalmente una ripetizione continua di un format vecchio e pesante, ma tutto questo potrebbe, ben presto, cambiare.

Lo stato dell’arte. Inverno 1976. Dogtown article 4, part 2.

I giornalisti  parlano dello skate come del movimento giovanile del momento, mentre all’interno della scena si vivono attimi di grandi capovolgimenti e indecisioni.

Lo stato dell’arte. Inverno 1976. Dogtown article 4, part 1

Molta, troppa attenzione da parte dei mass media. Giornali come Rooling stones e New west giocano in continuazione sull’aspetto da fuorilegge degli skaters,

The Westside Style or Under the Skatetown Influence. Dogtown article 3.

Tradizionalmente il Westside, con le sue spiagge e comunità affacciate sull’oceano , è stato un focolaio per lo sviluppo della scena skate.

“Fisheyed Freaks and long dogs with short tales ” Dogtown Article 2. part 4

SkateBoarder Magazine  Vol. 2, No.5  June, 1976  By John Smythe

Music and Skateboard. I Black Flag

Ci sono un sacco di punti di partenza per affrontare un argomento così delicato come la commistione tra la cultura skate e la musica rock; così, la scelta che è venuta naturale è stata quella di partire dall’inizio

© 2018 Hobothemag — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑