Cerca

hobothemag

The Living dead Skate. Haroshi e l’arte di far rivivere gli skateboard

skateboard-sculptures-haroshi-8Ci sono cose che soltanto i giapponesi riescono a fare con un certo grado di stile, tra di queste – sicuramente – c’è quella di commistionare in maniera sopraffina artigianato ed arte.
E Haroshi, in questo, è un maestro. Continue reading “The Living dead Skate. Haroshi e l’arte di far rivivere gli skateboard”

Annunci

Stoner Rock, Surf e Skateboard. I Fu Manchu

fu-manchu-the-action-is-goC’è un posto, nel sud della California, dove – nel 1990 – un vortice psicocinetico deve essersi materializzato nell’aria, risucchiando il suono dell’hard rock anni ’70 per poi risputarlo fuori distorto, incredibilmente rallentato e filtrato da metal, psichedelica e blues. Continue reading “Stoner Rock, Surf e Skateboard. I Fu Manchu”

Viya, L’arte di cavalcare le onde 700 anni prima di Cristo. Il surf in Turchia

IMG_0106Se si arriva di notte la prima cosa che si pianta nelle pupille quando l’aereo comincia ad abbassarsi sul Bosforo, rompendo l’immancabile muro di nuvole, sono le luci verdi dei minareti. Continue reading “Viya, L’arte di cavalcare le onde 700 anni prima di Cristo. Il surf in Turchia”

La Prima Grande Mareggiata

_DSF9186La prima grande mareggiata porta con sé, oltre ad un ottima qualità di onde serfabili, anche la diffusione sui social network degli scatti fotografici salienti. Il soggetto fotografico cambia: ora un onda, ora un serfista su un onda, ora una spiaggia in primo piano e l’onda sullo sfondo, ora un serfista, ora volti di persone, ora un calasole con l’ultima onda della giornata che frange silenziosa sul suo punto focale. Continue reading “La Prima Grande Mareggiata”

Greg Noll, Storia dell’uomo che per primo conquistò Waimea e della più grande onda mai surfata

grgeg_nolIl 4 dicembre del 1969 il mondo del surf fu investito da quella che si è soliti ricordare come “ la più grande mareggiata del ventesimo secolo” .
La tempesta, una delle più grandi che si siano mai registrate si abbatté sulle isole Hawaii devastando tutto quello che incontrava, sradicando persino le case dalle loro fondamenta. Continue reading “Greg Noll, Storia dell’uomo che per primo conquistò Waimea e della più grande onda mai surfata”

La libertà comincia dall’ironia. Dostoevskij illustrato da Marco Marinangeli alla Tabularasa Tekè Gallery di Carrara

PATATOAD35x50cm_matita_su_cartaQuesta è un’era di passaggio, forse ancora lontana dalla realtà virtuale aumentata di Atto di Forza o dalle improbabili conquiste chirurgiche di Face Off, e non ancora al livello del pianeta in cui gli androidi sognano le pecore elettriche, dove la terra resta intasata dall’invasione asiatica mentre i ricchi occidentali se ne scappano nelle colonie oltremondo, e i cieli sono solcati da ibridi cyborg blade runner che, vagabondi al soldo degli sbirri, scoprono che alla fine, il nemico, sono solo loro stessi. Continue reading “La libertà comincia dall’ironia. Dostoevskij illustrato da Marco Marinangeli alla Tabularasa Tekè Gallery di Carrara”

Surf and shaping in Lebanon. An interview with Paul Abbas

22385214_10155649210877978_2135874093_nThe ghost of instability seems to like especially certain parts of the world, Libano is one of those ones for sure.
Lebanon is one of those countries which alternate years of relative calm, going from being a guiding light of interreligious coexistence and development – building up a fascinating multi-cultural attitude difficult to eradicate from the deepest soul of the country itself – to become an extremely hard country. Continue reading “Surf and shaping in Lebanon. An interview with Paul Abbas”

Surf in Libano. Paul Abbas sul surf e lo shaping nel paese dei Cedri

22385214_10155649210877978_2135874093_nLo spettro dell’instabilità sembra perseguitare senza sosta certe parti del mondo.
Il Libano è uno di questi paesi, ad anni di relativa tranquillità, in cui è stato un faro di coesistenza interreligiosa e sviluppo – e che hanno costruito un affascinante carattere multi culturale difficile da sradicare dall’anima del paese – sono seguiti periodi decisamente difficili. Continue reading “Surf in Libano. Paul Abbas sul surf e lo shaping nel paese dei Cedri”

Mark Occhilupo: la resurrezione di un italo-australiano

551372898_1280x960

Quando, il 24 giugno dello scorso anno, Mark Occhilupo ha compiuto 50 anni, ha dichiarato che mai si sarebbe aspettato di vedersi ancora in piedi a quell’età.
In effetti la storia che il campione australiano si porta appresso non è delle più semplici.
Nato da padre italiano e madre neozelandese, Mark aveva cominciato a surfare molto presto e in famiglia di surfisti non ce ne erano. Il padre Luciano era uno di quegli italiani arrivati nel nuovo mondo australe in barca, alla ricerca di una nuova vita. Era un ingegnere civile ed aveva ben altro per la testa che passare le giornate sulle assolate spiagge australiane. Continue reading “Mark Occhilupo: la resurrezione di un italo-australiano”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑