Eddie-OnHokulea-Stuart-10-8-12

Aikau nacque a Kahului, Maui nel 1946; figlio di un camionista cominciò a surfare all’età di 11 anni e , nel 1959, si trasferì assieme alla famiglia a Honolulu.
A 16 anni, Aikau abbandonò la scuola per lavorare a tempo pieno in un conservificio di ananas. Quell’esperienza durò poco però, sei anni dopo, infatti, prese servizio come bagnino sulla North Shore e, nel 1971, divenne di stanza a Waimea Bay, proprio di fronte al famigerato break che, da anni, aveva cominciato a surfare con discreto successo.

eddieIl suo debutto sulla regina delle grandi onde risaliva infatti al 1966 , anno in cui si affacciò per la prima volta sul grande palcoscenico di Waimea; il suo fu un battesimo coi fiocchi : ” Surfò una mareggiata di dimensioni gigantesche per oltre sei ore, senza concedersi mai una pausa” ricorda l’editor di Surfing Magazine “e , quando finalmente lasciò l’acqua, tutti quanti riconobbero che, quel giorno, Eddie era stato uno dei migliori.” Dieci mesi più tardi, durante la più grossa mareggiata del decennio, Aikau fu semplicemente su di un altro pianeta. Tutti quanti sulla spiaggia rimasero impressionati; l’immagine di questo ragazzo robusto e di bell’aspetto che, surfando un Gun rosso fuoco, si buttava a capofitto su enormi muri liquidi entrò, di diritto, nella leggenda.

classics-26-e1362144671984
La sua carriera, agli esordi del surf professionistico hawaiano, procedette spedita; fu sei volte finalista al Duke contest tra il 1966 e il 1973, allo Sminroff contest si piazzò quinto nel 1971, quarto nel 1972 e la terzo nel 1976; durante i campionati del mondo del 1976 si piazzò terzo e venne invitato alle expression sessions del 1971 e del 1973. Nel 1977, finalmente, vinse il Duke invitational , battendo i futuri campioni del mondo Mark Richards e Wayne Bartholomew, così come Dane Kealoha, Bobby Owens, e Rory Russell, terminando così la stagione al dodicesimo posto nel ranking mondiale.
Lo stile di surfata di Eddie divenne sinonimo di potenza ed eleganza, e fu ampiamente imitato negli anni ’60 e nei primi anni ’70. In quel periodo le foto di lui a Waimea imperavano sui media nazionali e, nel 1966, finì addirittura su Life.
Nonostante la notorietà, quel periodo fu segnato da uno degli episodi più brutti della sua carriera; nel 1972 si trovava in Sudarfica, per partecipare a un importante contest , quando venne allontanato dall’albergo per via della sua pelle scura. A quei tempi il Sudafrica stava ancora vivendo l’orrenda esperienza dell’apartheid e , per fa si che potesse presentarsi alla gara, il suo staff fu costretto a richiedere un permesso speciale per far si che Eddie potesse recarsi sulle spiagge allora riservate ai soli bianchi.

maxresdefault
Nel 1978 , Aikau si guadagnò un posto sul Hokule’a , una replica della canoa a doppio scafo utilizzata dagli antichi polinesiani per navigare tra le Hawaii e Tahiti. Così, il 16 marzo , Aikau e altri 15 membri dell’equipaggio lasciarono Honolulu per un viaggio di 2.400 miglia, con l’intenzione di provare l’antico sistema di navigazione con cui i loro antenati avevano attraversato l’oceano ; purtroppo, dopo cinque ore di viaggio , lo scafo cominciò a imbarcare acqua da una falla così , anche a causa delle pessime condizioni del mare, la barca si capovolse , lasciando l’equipaggio alla mercé dell’oceano.
Alle 10:30 del mattino seguente, visto che la situazione si faceva sempre più drammatica, Aikau prese un giubbotto di salvataggio , un impermeabile, un coltello e una luce stroboscopica ; poi salì su una tavola da surf da 10 piedi che era sulla barca e si avviò remando verso l’isola di Lanai , 12 miglia a est, per cercare soccorso.
Più tardi quel giorno l’equipaggio dell’Hokule’a fu raccolto da una squadra di salvataggio . I soccorritori della Guardia Costiera cercarono Eddie per una settimana , ma il suo corpo non fu mai trovato .
Per commemorare il personaggio e le sue gesta, Il governatore delle Hawaii ha istituito un Eddie Aikau Day , che si celebra ogni anno, il 17 di marzo e, dal 1980, una targa commemorativa è stata installata in suo onore a Waimea , non lontano dalla torretta di guardia in cui prestava servizio come Lifeguard . In ricordo di Eddie è stato creato anche uno dei contest per big wave rider più prestigiosi del mondo : il Quiksilver in Memory of Eddie Aikau, che si tiene a Waimea ogni qual volta le condizioni del mare sono abbastanza grandi da permettere uno svolgimento degno del nome che si intende onorare.

Annunci