fiction5

Tony Alva stava rilassandosi a bordo piscina a Kuilima sull’isola di Oahu – Hawaii – ; con lui c’era Wentzle Ruml IV , il suo miglior amico e confidente, e stavano discutendo riguardo le ultime imprese di Tony. Tra tutte le cose che aveva fatto negli ultimi mesi spiccava, secondo lui, il provino che aveva fatto per l’acclamato regista argentino Adolpho Antonio Brasura. A detta di Alva, per la parte finale del provino Brasura, maestro vizioso di cinema verità, aveva affittato un intero resort di lusso sull’isola di Kauai e gli aveva fatto lanciare un televisore a colori 24″ Zenith giù dal tetto, fin nella piscina sottostante. La Tv era collegata alla corrente tramite un cavo di prolunga da 250 piedi e, il suo impatto con l’acqua, produsse un flash accecante alto più di 100 piedi.
Lo staff della Zenit rimase così impressionato dalla scena – racconta Tony – da mettersi subito a negoziare per ottenere i diritti di una pubblicità firmata dal duo Alva-Brasero. Immaginate Alva che olla una pila di televisori a colori, ne grabba uno, droppa – con quello sotto i piedi- una pool da 7 piedi piena d’acqua e , dopo il conseguente atterraggio di fortuna, immaginate, sul fondo della piscina, una telecamera subacquea che riveli che, la sotto, la tv è ancora funzionante. Gli farebbe vendere televisori a palate.

TRIGGER+DELL

Oltre a questo, la conversazione tra i due, ha rivelato anche altri aspetti interessanti del prossimo lavoro di Brasura; Robin Alaway sarà la protagonista femminile (una scelta adatta considerando la sua performance mozzafiato con Russ Howell, nello stacchetto satirico dello skate movie Freewheeling). Arthur Jennings Brewer gestirà la la fotografia subacquea, Ted Nugent sarà responsabile della colonna sonora, il Senor Brasura interpreterà se stesso in un cameo, e Trigger, il cavallo di Roy Rogers, sarà l’eroe protagonista.

Tuttavia, dopo tutta questa serie di discorsi senza capo ne coda, la cosa di gran lunga più interessante emersa da quel pomeriggio fu l’idea che Tony aveva avuto per un suo personale Bowl-riding invitational; Gli sponsor e i partecipanti avrebbero dovuto mettere tutti quanti i loro soldi in una pentola collettiva, e il vincitore avrebbe preso tutto il malloppo. L’idea di Alva prevedeva sia un contest uno contro uno che una competizione a squadre. Quando gli fu chiesto come diavolo sarebbe stato deciso il vincitore, rispose ridendo; “Be ‘, basta buttarsi tutti insieme nella mischia. E l’ultimo uomo che esce in piedi dalla bowl vince!”

Annunci